Ti trovi in:Archivio»EUR - Messaggio dei Superiori d' Europa

Archivio

Ricerca per tag

22/03/2012

EUR - Messaggio dei Superiori d' Europa

Al termine dell’incontro sull'invecchiamento ad Asten, nei Paesi Bassi, l'Assemblea Europea dei Superiori Maggiori, il Gruppo di Lavoro sull'Invecchiamento e tutti i delegati, hanno deciso di inviare un messaggio a tutte le entità.

Si è ritenuto infatti, che i risultati di questa riunione fossero importanti non solo per le entità di appartenenza, ma anche per tutte le altre in cui l'età media è molto inferiore a quella dell’ Europa e del Nord America. Le conclusioni della riunione saranno pubblicate presto sul sito della Congregazione.


Ecco il messaggio dell’Assemblea Europea:


Messaggio ai Confratelli


Cari Confratelli,
Vi scriviamo da Asten, il primo noviziato dei Paesi Bassi, diventato ora una casa per i nostri confratelli più anziani. Siamo venuti qui - una trentina di Superiori Maggiori e delegati d'Europa - tra il 12 e il 16 marzo - per riflettere insieme sulla crescita dell'età media dei nostri confratelli. E’ una realtà che dobbiamo cercare di comprendere e affrontare in maniera positiva.

Dopo il XXII Capitolo Generale siamo stati tutti invitati a prendere coscienza della situazione di invecchiamento, soprattutto nei paesi del nord Europa, ma anche, in maniera più graduale, nelle altre entità. Un gruppo di lavoro ad hoc sull'invecchiamento, creato dal Superiore Generale, è stato lo strumento fondamentale per riunire i superiori d'Europa su questo argomento.

Ciò che ci preoccupa è il rapido aumento della età media che in alcune Province si sta avvicinando agli 80 anni. In questi paesi il problema dell'invecchiamento è stato particolarmente sentito. Ma anche in altre province, ancora relativamente giovani, la questione si sta ora ponendo in tutta la sua evidenza. Tra le situazioni che abbiamo considerato, tre ci hanno particolarmente colpito: quella della Confederazione fiamminga-olandese, con le sue due case per anziani (Asten e Nijmegen), la provincia dell’Europa francofona con la casa di Mougins gestita da una organizzazione laica, e la provincia dell’Italia del Nord che sta riorganizzando la casa di Bolognano attraverso un accordo con un'organizzazione laica. In altre entità, l'orientamento è stato quello di fare uso di case di riposo intercongregazionale, o adeguare strutturalmente grandi case già esistenti. Siamo aperti naturalmente alla ricerca di altre possibilità che prevedano collaborazioni con gruppi di laici e religiosi.

L’aspetto più significativo della nostra riunione è stata l’approfondita discussione e riflessione da parte delle amministrazioni provinciali, tesa a chiarire le possibili iniziative sul tema dell'invecchiamento dei nostri confratelli.

Molti dei nostri confratelli più anziani ci insegnano ciò che è essenziale nella nostra vita religiosa: lo zelo, la missione, la contemplazione che hanno sempre sostenuto la loro opera apostolica. Nella fase finale della vita, il loro ministero si esprime nella oblazione e nella preghiera e adorazione anziché nella attiva predicazione del Vangelo come è stato in precedenza. Abbiamo imparato ad apprezzare come i nostri religiosi più anziani, guardando indietro alle memorie del passato, possano vivere serenamente questo momento di fragilità e di malattia, come un tempo per distaccarsi: distaccarsi da sé, dal proprio ruolo e dal proprio ministero, per affidarsi completamente e generosamente all'amore del Cuore di Gesù.

Infine, per quanto riguarda l'invecchiamento dobbiamo tenere conto anche delle delicate questioni di gestione e di Diritto Canonico, alle quali la Congregazione deve rispondere.

Estendiamo a voi, specialmente ai nostri confratelli più anziani, un messaggio di speranza in modo che anche nella vecchiaia si possa sentire "Sacerdoti del Sacro Cuore", facendo della propria vita una "Messa continua". Ci rivolgiamo a tutti i nostri confratelli, in modo che insieme possiamo aiutarci reciprocamente a mantenere una visione della vita che è orientata alla sua pienezza e al suo compimento.


  Asten, 15 Marzo 2012