10/07/2017

Dehon a portata di mano

Negli ultimi giorni è stata rilanciata la piattaforma www.dehondocs.org che unisce i diversi progetti della digitalizzazione dell'eredità dehoniana preparati dal Centro Studi Dehoniani a Roma. P. Stefan Tertunte, direttore del CSD, racconta l'oggi e il futuro dei progetti.

CSD sito_1

È stato aperto un portale nuovo e nello stesso già esistente. Com'è nata l'idea di diffondere gli scritti del fondatore?

Nel 2003 il capitolo generale ha deciso di procedere alla pubblicazione online di tutti gli scritti di p. Dehon. Per ben 10 anni, sotto la guida del Centro Studi Dehoniani, molte persone hanno digitalizzato gli scritti di Dehon, alcune migliaia di documenti, lavoro tuttora in corso. Il 14 marzo 2014 i primi scritti di Dehon sono stati pubblicati e resi accessibili al pubblico; spesso i documenti digitalizzati sono accompagnati dalle fotografie dei manoscritti. Il 5 maggio 2015 viene aperto il sito www.dehondocsinternational.org con le traduzioni delle opere del p. Dehon. Il 19 dicembre 2016 si aggiunge un nuovo progetto, dehonianadocs, dove saranno pubblicati successivamente tutti gli articoli pubblicati dal 1974 nella rivista dehoniana. L'8 luglio 2017 va online il portale www.dehondocs.org, piattaforma dalla quale sono accessibili tutti i progetti.

CSD sito_2

A chi sono indirizzati i progetti? Solo agli scienziati?

Il pubblico interessato è diverso secondo le caratteristiche del progetto. Per esempio, www.dehondocsoriginals.org si rivolge a un pubblico interessato agli scritti del Dehon e capace di leggere i suoi testi in francese. La qualità dell'edizione online fa di questo progetto un riferimento prezioso per storici, ma anche per chiunque è desideroso e capace di avvicinarsi il più possibile ai testi originali del Dehon. Invece www.dehondocsinternational.org offre la possibilità di accedere alle traduzioni che esistono nelle diverse lingue delle opere di p. Dehon. Perciò si rivolge a un pubblico più largo. Il sito www.dehonianadocs.org da parte sua offre numerosi articoli di studi sulla persona e il carisma del fondatore della Congregazione dei dehoniani e sulla congregazione da lui fondata.


Allora un dehoniano si alza l'8 luglio di buon mattino, vede il nuovo portale e quale novità lo aspetta?

La prima novità costituisce il fatto che ormai www.dehondocs.org è un portale che offre diversi accessi alla persona di p. Dehon e agli studi dedicati a lui e al patrimonio dehoniano: testi originali del Dehon, traduzioni, articoli di studi ecc. Un'altra novità costituisce il nuovo layout che unisce in una linea estetica moderna i diversi progetti accessibili dalla piattaforma www.dehondocs.org. E poi abbiamo per così dire sviluppato un nuovo motore, forse l'innovazione più importante: ormai i testi sono resi visibili molto più velocemente rispetto a prima. Questo significa che i progetti sono consultabili anche per chi non dispone di una connessione internet molto potente. Un nuovo tetto, un nuovo vestito, un nuovo motore, così si può riassumere il salto di qualità.

CSD sito_3

Pensando al futuro, in quale direzione si guarda?

Per quanto riguarda il layout bisogna ancora adattare il progetto www.dehondocsinternational.org alla nuova linea estetica. Poi quasi tutti i progetti richiedono ancora un immenso lavoro continuo per essere completati: mancano ancora molti documenti di p. Dehon e moltissimi articoli di Dehoniana, documenti che verranno pubblicati successivamente. In un futuro non lontano sarà pubblicato anche sotto il tetto di www.dehondocs.org la collana "Studia Dehoniana". E chissà, magari si può pensare anche alla pubblicazione di materiale fotografico legato a Dehon e alla storia della congregazione da lui fondata. Visto l'interesse che oggi trova il materiale fotografico nelle scienze storiche, potrebbe essere un progetto molto interessante. Tutto questo partendo dalla convinzione che questa piattaforma, per così dire, offre diverse strade per conoscere la storia e lo spirito di p. Dehon e della sua Congregazione.